Nasce Card Cultura, la proposta di Bologna per gli amanti dell’arte a 360 gradi

Print Friendly, PDF & Email

Dodici mesi di ingressi gratui ai musei, riduzioni speciali per mostre, teatri, cinema, concer e fes val a Bologna e non solo. In vendita sul sito cardcultura.it


Il nuovo abbonamento per l’offerta culturale di Bologna prende il nome di “Card Cultura” e arricchisce la precedente “Card Musei Metropolitani Bologna” di ulteriori sconti, convenzioni e vantaggi riservati agli abbonati, diventando il più ricco e conveniente abbonamento per la fruizione culturale della Regione Emilia-Romagna.

Cinema, teatro e musica si affiancano alle proposte legate a mostre e musei. Da subito nuove possibilità per i possessori della Card con cinema e teatri che offrono ingressi a prezzo ridotto e riduzioni.

La cultura per tanti e non per pochi: questo è l’obiettivo del rilancio della Card Cultura. Non solo musei gratui ma concerti, cinema e teatro, con par colare attenzione ai giovani” – afferma l’assessore alla Cultura e Promozione della città del Comune di Bologna Matteo Lepore.

Rimane invariata la validità di 12 mesi a partire dal momento dell’attivazione, così come rimane invariato il costo di 25 euro (intero) per usufruire dell’ampia offerta dell’abbonamento.
Cambia invece il costo per gli Under 26, che scende a 15 euro, con l’obiettivo di agevolare i più giovani nella fruizione degli eventi culturali del territorio, offrendo la Card Cultura a un prezzo davvero contenuto.

Come in passato, la Card continuerà ad offrire ingresso gratuito illimitato alle collezioni permanenti e ridotto alle mostre temporanee di tanti musei della città e dell’area metropolitana. Aumenta però il numero delle istituzioni culturali aderenti, si arricchisce la proposta per quello che riguarda il cinema, gli spettacoli teatrali e i concerti e i festival e nasce un nuovo programma di iniziative dedicate in esclusiva ai possessori della Card.

Non meno importante il calendario di appuntamenti, conferenze, incontri con curatori e autori, visite guidate, accessi a porte chiuse, spettacoli riserva ed eventi speciali organizzati in esclusiva per i possessori della Card, che potranno in questo modo godere di un rapporto privilegiato con l’arte e la cultura del territorio e scoprire da vicino il ricco patrimonio di Bologna e dintorni.

Quello della Card Cultura è un cambio d’identità testimoniato anche dal nuovo sito www.cardcultura.it .

 

Fonte: Ufficio Stampa Bologna Musei

Potrebbe interessarti:

Apre a Bologna la mostra “Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti