Trasporti e connettività alle Maldive: una panoramica

Print Friendly, PDF & Email
Mare, Maldive. Fonte: AIGO 20marzo Giornata internazionale della felicità

La connettività è uno degli elementi centrali del piano di trasporto delle Isole. Centrale a proposito il ruolo del flusso turistico straniero.

Le Maldive sono ben connesse con il resto del mondo. Diversi voli dall’Europa, dal Medio Oriente e dal Sud-Est asiatico operano all’aeroporto internazionale di Velana, che rappresenta il principale scalo d’accesso alle Maldive.

Il maggior traffico internazionale proviene da Colombo, Sri Lanka, varie città indiane e Dubai, mentre diversi voli di linea e charter portano passeggeri da tutte le principali capitali europee e dalle città del sud-est asiatico.

Questo è quanto emerge dallo special dossier dedicato agli italiani alle Maldive realizzato dall’Ambasciata d’Italia nello Sri Lanka e nelle Isole Maldive nel giugno 2021.

 

L’eccellenza del Made in Italy alle Maldive

 

Il settore della connettività 

Una volta atterrati alle Maldive è possibile raggiungere uno dei dodici aeroporti nazionali e internazionali verso i quali vengono operati diversi voli su base giornaliera. I servizi di traghetto con barche tradizionali e veloci operano da Male’ collegando la capitale con tutti gli atolli. I trasferimenti verso i resort che sorgono in prossimità dell’aeroporto avvengono con barche veloci. Invece i trasferimenti verso i resort e le isole più lontane avvengono in idrovolante.

Secondo un rapporto IATA del 2018, compagnie aeree, operatori aeroportuali, imprese in loco (tra cui ristoranti e negozi) e i fornitori di servizi di navigazione aerea impiegano più di 5.000 persone alle Maldive. Acquistando beni e servizi da fornitori locali, il settore genera altri 1.000 posti di lavoro.

Inoltre, si stima che alle Maldive l’industria degli aerotrasporti sostenga altri 1.000 posti di lavoro attraverso i salari che paga ai suoi dipendenti, che vengono spesi successivamente in beni e servizi di consumo.

 

Cambiamento climatico, ricerca e blue economy alle Maldive

 

L’apporto dei turisti stranieri

I turisti stranieri che arrivano in aereo alle Maldive sostengono indirettamente altri 67.000 posti di lavoro. In totale 73.000 posti di lavoro sono sostenuti dal trasporto aereo e dai turisti che arrivano per aereo. IATA sostiene inoltre che l’industria del trasporto aereo genera 165 milioni di dollari del PIL delle Maldive.

La spesa dei turisti stranieri contribuisce a generare 3 miliardi di dollari nel PIL del Paese. Il totale supera i 3,1 miliardi di dollari. Secondo l’associazione internazionale, il 58,8% del PIL delle Maldive è quindi sostenuto – direttamente e non – da input riconducibili al trasporto aereo e dai turisti stranieri che arrivano e viaggiano nella nazione per via aerea.

Ottimizzare l’efficienza dell’attuale network di trasporti rimane una priorità per il governo. A questo proposito il Ministro del Turismo, Dr. Abdulla Mausoom afferma che «[…] il governo si sta concentrando sul miglioramento della connettività attraverso lo sviluppo e la promozione della zona settentrionale e di quella meridionale, attraverso l’aeroporto internazionale di Gan. La connettività internazionale sarà integrata con il rafforzamento della rete di trasporto interno, con voli verso una serie di aeroporti strategicamente situati in tutto il mare delle Maldive e attraverso le reti di trasporto marittimo, compresi i servizi di traghetti ad alta velocità».

Fonte: Visit Maldives.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

I laghi più belli del mondo

Il segreto della felicità è possedere una decappottabile e un lago. I Peanuts Quello del lago è un tipo di paesaggio che affascina sempre. Dagli ...
Vai alla barra degli strumenti