Itinerari trendy i luoghi e i quartieri da visitare in Europa

Alice Smiroldo
Print Friendly, PDF & Email
londono_view

Girare per l’Europa è sempre affascinante per un turista, ma lo è molto di più se si va alla ricerca del particolare poco noto. Quali sono, dunque, le parti più trendy delle capitali più visitate?

Londra, ad esempio, culla della modernità e città di indiscusso fascino, ha un punto che è sconosciuto ai più: Primrose Hill, una collina che si trova a circa un chilometro dalla zona West End.
Primerose Hill offre una visuale diversa dal solito su Londra, lì si possono ammirare, ad esempio, gli spettacolari fuochi d’artificio che spesso vengono lanciati nel cielo.

primerose_hill

Fuochi d’artificio, vista da Primerose Hill

Se si va in vacanza a Roma, una visita a Monti, considerato il quartiere più trendy della capitale, è d’obbligo.

Il quartiere Monti si trova al centro della città, vicinissimo al Colosseo ed ha uno stile al tempo stesso chic e romantico. Questa zona, un tempo, era considerata poco raccomandabile perché ritrovo di prostitute e delinquenti, ma negli ultimi decenni è stata completamente rinnovata, tanto da diventare oggi molto ‘in’.

Celebre è il mercatino di Monti della domenica mattina che ospita circa 30 banchi di venditori di oggetti di varia natura, dai mobili alle vecchie macchine fotografiche e da cucire.

Oltre allo svago, il quartiere offre anche bellezze artistiche, come la Fontana di Piazza della Madonna dei Monti.

Piazza_della_Madonna_dei_Monti.

Piazza della Madonna dei Monti

 

Se si è di passaggio nella città dell’amore, Parigi, i quartieri trendy sono diversi, ma non si può non visitare Le Marais, considerato il più cool in assoluto.
Situato sulla riva destra della Senna, ha un viale ricco di negozi aperti anche la domenica, per favorire lo shopping di turisti e non solo. Le Marais era un tempo una zona abitata prevalentemente da ebrei, tutt’ora vi risiede una grande comunità.

Ad oggi è un quartiere considerato punto di ritrovo per gay, ricco di locali che si animano in modo particolare il sabato sera.

Le Marais è sia un quartiere di movida e divertimento che luogo misterioso e di grande cultura: lì si trova una delle case del grandissimo scrittore Victor Hugo, in Place des Vosges e ora museo visitabile. In quella casa Hugo scrisse alcune celebri opere come “I Burgravi”, “Ruy Blas”, “I canti del crepuscolo” e una parte de “I Miserabili”.
Interessanti da visitare sono il Museo di Picasso, il Museo dell’arte e della storia ebraica e il Memoriale della Shoah.

casa_victor_hugo

Dettaglio della casa di Victor Hugo

Se si è in viaggio a Dublino, una tappa da non dimenticare è l’Ha’penny Bridge che collega la zona Nord e Sud della città, da cui si può ammirare una splendida vista sul fiume Liffey. Ad Ovest del ponte si trova la zona portuale, molto movimentata e piena di ristoranti, locali e negozi di vario genere.

Ha'penny_Bridge

Ha’penny Bridge

In Spagna, una città molto trendy è Valencia, regno della movida giovanile con discoteche, locali e ristoranti frequentati da giovani e non solo.
La Ruzafa in particolare è considerata la zona più alla moda della città: tra le vie si alternano bar, caffè e ristoranti che propongono una fusione tra modernità e tradizione, con spettacoli di musica jazz o rock.
Il Barrio del Carmen è pensato appositamente per chi ‘vive la notte’, con locali aperti fino all’alba; punto di incontro per i giovani è la zona universitaria, tra Avenida de Aragon e Plaza del Cedro.

Barrio de la Ruzafa

Barrio de la Ruzafa

Ulteriore capitale europea affascinante è Berlino, sospesa tra il glamour e la modernità: l’area di Charlottenburg è consigliata per chi ama divertirsi, i locali vengono anche frequentati da moltissimi VIP.

La zona orientale di Berlino è considerata la più trendy, con il Quartiere Mitte e l’area di Friedrichshain- Kreuzberg. Berlino non è solo discoteche e locali, però, da non sottovalutare sono i teatri e i cabaret che offrono costanti spettacoli per intrattenere i visitatori.

Movida a Berlino

Movida a Berlino

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti