Porsche in ascensore, piscina in balcone e yacht sotto casa. Lo shopping dei milionari

Print Friendly, PDF & Email
condomini extra lusso

Gli “Zio Paperone” sparsi per il mondo non badano di certo a spese quando si parla di casa e comfort. La Porsche in ascensore, lo yacht sotto casa o la Spa in bagno sono solo alcune delle commodities più richieste negli ultimi anni dagli uomini più ricchi del pianeta. Dettagli (multimilionari) da non trascurare, tanto che ogni anno al Miami New Construction Show investitori internazionali concludono affari di fronte a rendering e modelli di future residenze extra lusso.

Ecco alcune delle proposte da milioni di dollari presentate alla convention di quest’anno (22 – 25 ottobre).

1. Porsche Design Tower – Sunny Isles Beach (Florida)

Uno dei complessi residenziali più apprezzati. Oltre a comfort deluxe, quali grotte artificiali per trattamenti termali e piscine a sfioro in balcone, i 132 appartamenti vantano il “Dezervator”. Dal nome del suo creatore, Gil Dezer, si tratta di un ascensore con pareti in vetro grazie al quale risalire fino al proprio piano direttamente e comodamente seduti nella propria auto.
L’idea, il cui costo varia dai 3,2 milioni di dollari ai 6,3 per la Penthouse (1.500 metri quadri distribuiti su quattro livelli) è piaciuta così tanto agli investitori che solo una dozzina di appartamenti non è stata venduta.

Il Porsche Design Tower visto dall'esterno

Il Porsche Design Tower visto dall’esterno

2. Acqualina Resort & Spa – Sunny Isles Beach (Florida)

Non costa meno trasferirsi in uno dei 51 piani dell’Acqualina Resort & Spa. Il prezzo dei 264 appartamenti più che lussuosi varia dai 3,9 milioni ai 40 milioni di dollari. Tra i vantaggi dell’abitare in questo complesso la possibilità di avere in casa il “Circo Massimo”. Non si tratta dell’area archeologica visitabile a Roma, bensì di uno spazio adibito a centro sportivo in cui giocare a bowling, oppure con i simulatori di Formula 1 e di surf, pattinare sul ghiaccio o guardare un film a cielo aperto.

Acqualina Resort & Spa

La sala Bowling ad uso esclusivo dei condomini

3. Turnberry Ocean – Sunny Isles Beach (Florida)

54 piani per 154 appartamenti ancora in costruzione (la fine dei lavori è prevista per il 2018). Oltre 6.000 metri quadri di servizi ad uso esclusivo dei condomini, tra cui due Spa, cinema e piscine sotto le stelle.

23-1024x616

Uno degli interni del Turnberry Ocean

4. La Nuova Marina – Brooklyn Bridge Park, New York City

Lascia senza parole l’inaugurazione, in calendario per la prossima primavera, della Nuova Marina: il porto pensato ad uso esclusivo dei ricchi che abitano nei vicini condomini extra lusso, in modo da consentire loro di ormeggiare il proprio yacht sotto casa, come se fosse un’auto.

marina

Bozza del progetto in costruzione

5. The Pencil – New York City

Si affaccia su Central Park ed è il grattacielo più alto (96 piani) e lussuoso a Midtown Manhattan, con servizi pensati per gli uomini d’affari che viaggiano tra Londra, Shangai, San Paolo e Mosca.

Il lusso d’Europa: da Monaco a Londra

Non solo Stati Uniti. Il concetto di extra lusso è arrivato anche in Europa.

A Monaco, la Torre Odéon conta 259 appartamenti. Tra questi due attici da 1.200 metri quadri ciascuno e un superattico di 3.300 metri quadri spalmati su cinque piani, con terrazza e piscina privata. Non solo, 2.000 mq sono occupati dai servizi ad uso esclusivo dei condomini.

Anche Londra strizza l’occhio a chi investe in appartamenti super lussuosi, pensati perlopiù per importanti e milionari uomini d’affari a caccia dell’ennesima casa di rappresentanza. In cantiere un nuovo grattacielo di lusso, più alto dello Shard of Glass progettato da Renzo Piano.

Curiosità

Uno degli interni del Porsche Design Tower

Non è Hollywood eppure questi complessi residenziali potrebbero fare da set a molti film o serie televisive americane. Chi non vorrebbe, oltre alla piscina privata, la possibilità di ascoltare musica e vedere film in ogni stanza? O sorprendere i propri ospiti con muri scorrevoli che nascondono ascensori portavivande oppure schermi in alta definizione in grado di trasformare un comune salotto in una sala cinema? E non è tutto. Sembrerebbe che molti personaggi dello star-system preferiscano i club in casa ai locali pubblici. In altri termini, cosa volere di più?

 

Ti potrebbe anche interessare Turismo a 7 stelle: la rivincita delle agenzie di viaggio

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti