Il brivido del Rafting scorre nelle discese della Valnerina

Print Friendly, PDF & Email

Se pensi che l’avventura sia pericolosa, prova la routine. È letale.

Paulo Coelho


La Valnerina, verde vallata che attraversa Marche e Umbria, è un territorio ricco di natura, storia e tradizioni caratterizzato da piccoli borghi abitati, fortificazioni e torri medievali.

Una piccola curiosità sulla zona è che Roberto Benigni si è servito di alcuni stabilimenti dismessi della Valle per girare le scene del campo di concentramento nel celebre film “La vita è bella”.

 


La Valnerina prende il nome dal fiume
che lo attraversa, il Nahar, fiume Nera, che secondo un’antica leggenda è stato a lungo dimora di un drago, successivamente sconfitto da due eremiti giunti dalla Siria che liberarono gli abitanti del luogo dalla sua infausta presenza.

Le acque del fiume, spumeggiando tra grandi massi precipitati dalle scarpate, prendono la forma di rapide, e insieme al fiume Corno, suo affluente, sono mete ideali per numerose attività sportive, in particolar modo il Rafting.


Il Rafting è sempre un’esperienza emozionante
, ancor più se lo si fa immersi nella natura incontaminata che circonda questi due fiumi.

Questo sport non necessita di doti particolari o corsi di preparazione, basta solo saper nuotare ed essere in buone condizioni di salute.

La discesa in gommone sulle rapide del fiume Nera, contornato da una vegetazione rigogliosa e un ambiente dall’aspetto tropicale, vi permetterà di godere di panorami mozzafiato, così come la discesa del Corno, diviso in due tratti della stessa lunghezza

il primo tranquillo ed affascinante dove dalla fitta vegetazione appariranno all’improvviso le imponenti gole di Biselli

il secondo caratterizzato da rapide divertenti ma non pericolose, dove un trampolino naturale permetterà ai più coraggiosi di tuffarsi nell’acqua spumeggiante del fiume.


Numerosi sono i centri della Valle che offrono l’opportunità di vivere quest’avventura organizzando le uscite e fornendo tutto l’equipaggiamento necessario:

gommone, pagaia, giubbotto salvagente, scarpe e muta in neoprene, giacca d’acqua, casco

Saranno inoltre presenti delle guide che accompagneranno le uscite durante tutta la discesa.

Rafting

Che aspettate allora? Venite a vivere l’esperienza elettrizzante del Rafting nel polmone verde della Valnerina!

 

Fonti:
www.lavalnerina.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti