Turismo 2.0 al Buy Tourism Online 2016

Print Friendly, PDF & Email

I grandi player del turismo 2.0 scendono in campo per progettare il futuro del turismo digitale.

Anche quest’anno si svolgerà a Firenze il Buy Tourism Online (BTO) e le due giornate di lavori si preannunciano intense di novità e di tendenze. 

Il 30 novembre e il 1° dicembre presso la Fortezza da Basso  vedremo 149 eventi, 250 speaker, 400 giornalisti, 59 espositori il tutto dedicato al rapporto tra Travel & Innovation.

Il Buy Tourism Online è alla sua nona edizione e quest’anno il titolo è una provocazione:

WHY! Il punto esclamativo sostituisce il punto di domanda.

Come mai?

Perchè le persone non comprano cosa fai, ma comprano perchè tu lo fai’

Superare la logica del “come” e indagare sul “perché”, questa è la sfida che gli operatori digitali dovranno affrontare per essere vincitori sul mercato digitale del futuro.

Perché i comportamenti del consumatore stanno cambiando e le motivazioni che portano all’acquisto di un viaggio vanno oltre la sola convenienza economica, ma rispondono a esigenze personali e allo stile di vita.

‘Per anni, per troppi anni, ci siamo concentrati su politiche di marketing commerciale, abbiamo cercato di vincere su un campo che ha lasciato morti e feriti, portando vantaggi enormi ai grandi player del mercato che sul ribasso hanno potuto giocare la loro partita più importante’ dichiarano gli organizzatori.

‘Ma forse c’è ancora spazio per tornare a parlare di qualità, di scelta, di vocazione, di relazione, fedeltà, di strategie a lungo termine, di racconti e storie che finalmente possono districarsi dalle prigioni modaiole del famigerato storytelling per diventare destini condivisi, i nostri, intrecciati con i destini delle tantissime persone che ancora vengono in questo Paese, nonostante tutto…. immaginando vite, non posti letto.’

Saranno presenti al WHY! ospiti di rilievo mondiale per condividere risultati economici e orientamenti futuri sulle modalità di consumo e organizzazione dei viaggi.

Si alterneranno in incontri e conferenze presso la Main Hall personaggi del Turismo 2.0 del calibro di Glen Fogel, vice Presidente esecutivo di The Priceline Group, vale a dire  Kayak, Booking.com, Rentalcars.com, Agoda. Mark Levy di Airbnb, Peter Verhoeven di Booking.com solo per citarne alcuni.

Il programma della Main Hall affronterà argomenti quali  la “rigenerazione urbana” – caserme, case cantoniere, fari, ecc. – il marketing territoriale, l’industria video-ludica.

Riflettori accesi sulla Musica e i flussi economici collegati al mercato Travel; Modelli di business dell’home sharing a confronto con i grandi del settore: Homeaway e Airbnb.

Non solo tecnologie o tendenze di mercati, ma anche per chi volgia investire nel turismo consigli su come aprire un impresa, ampliare i propri mercati, diventare internazionale.

La Camera di Commercio di Firenze avrà un pannel esclusivo dedicato alla digitalizzazione delle pmi, oltre a essere presente con i desk di  Enterprise Europe Network (EEN) che ha l’obiettivo di diffondere e comunicare agli operatori e alle aziende le opportunità offerte dalla rete, B2B o smart Matching.

Con il desk di  Florence International Mediation Chamber (FIMC) una “camera di mediazione” orientata a risolvere eventuali contenziosi tra operatori e imprese italiani con quelli appartenenti a paesi diversi di differente legislazione.

Il Dr. Basilicchi, presidente della Camera di Commercio di Firenze, ha inoltre annunciato che dal 2017 il progetto in partnership con Google Italia “Eccellenze in Digitale” verterà anche sul mondo del turismo digitale.

Manifestazione nella manifestazione sarà il Contest Startup Italian Open primo torneo che prevede un premio di 15.000 euro dedicato alle startup del settore Travel. (info: www.buytourismonline.com/come-partecipare/)

Fonte: Fondazione Sistema Toscana e PromoFirenze

Credits: Toscana Promozione Turistica; Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze; Fondazione Sistema Toscana e PromoFirenze; Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze , www.intoscana.it

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti