Abruzzo, sci e non solo

Print Friendly, PDF & Email

Anche una pessima giornata di sci batte una buona giornata in ufficio.

Anonimo

Febbraio vola già verso marzo, la temperatura è piacevole e il sole nelle ore calde quasi scotta.

E, mentre qualcuno – da Roma in giù – già sogna le prime giornate al mare, qualcun altro carica in macchina gli sci e punta al nord.

Neanche troppo nord, in effetti.

Non c’è bisogno della settimana bianca sulle Alpi per salutare la neve e chiudere in bellezza la stagione sciistica, da Roma basta un’ora e mezza o poco più per avere gli sci ai piedi – i più mattinieri possono addirittura aprire e chiudere gli impianti in giornata.

Direzione Abruzzo: tra Campo Felice, Campo Imperatore, Ovindoli e Roccaraso le piste sono pronte a offrivi una fantastica sciata.

  • Campo Felice:
    le 23 piste del complesso portano i nomi dello zodiaco e degli animali che abitano il Parco Nazionale d’Abruzzo, oltre a una dedicata a Papa Giovanni Paolo II.
    Le pendenze sono per tutti i gusti, dalle aree attrezzate per i più piccoli alle piste nere per sciatori più esperti.
    Quando prendete le seggiovie più alte, se è la prima volta a Campo Felice, rimarrete incantati dal panorama a 360° che si stende sotto di voi.
    Bellissime la Sagittario, la Giovanni Paolo II e la Volpe.

Quando fate un break, all’Esagono, un rifugio tra le piste vicino al laghetto artificiale, vale assolutamente la pena provare il panino con broccoli, salsiccia e scamorza.
Tanto sugli sci si smaltisce tutto!

  • Ovindoli:
    anche qui, le 21 piste offrono una scelta ampia per quanto riguarda il livello di difficoltà e i bei panorami non mancano.
    Tuttavia, bisogna considerare che gli impianti di Ovindoli non arrivano troppo in alto, quindi per godervi al top la vostra sciata, meglio non andare quando è troppo caldo.
  • Roccaraso:
    è la stazione invernale abbruzzese più attrezzata, tra decine e decine di piste, alcune famose per la loro lunghezza o per la bellissima pendenza, come la Orso o il Cucchiaino.
    La neve, in genere regge anche ai primi caldi.
    I rifugi e gli alberghi del paese sono comodi e bene attrezzati, non è difficile trovare un ottimo rapporto qualità/prezzo su cibo e servizi.

Ma non è finita qui: l’Abruzzo ha tanto da offrire, e non solo per gli appassionati della discesa.

Tra sci di fondo, passeggiate con le ciaspole, o semplicemente gite tra le cime dei massicci del Gran Sasso e del Sirente, le occasioni di passare una – o più giornate – memorabili si sprecano.

Ma non solo natura, rovine di antichi castelli – famosissima la Rocca Calascio dove Michelle Pfeiffer girà Lady Hawke – e animali: anche l’offerta culturale in questa regione è molto ampia.
Meritano una visita l’antica città romana di Alba Fucens, che vanta un bellissimo anfiteatro, e il Museo Silone di Pescina.

E ancora, i centri storici di Scanno e di Civitella Alfedena, di Pescocostanzo – vicinissima a Roccaraso – e tanti altri.

Vale la pena dedicare un weekend a questa bellissima e poco turistica regione, per tutti coloro che amano la montagna, la natura e gli antichi borghi, sciatori e non!

Potrebbe interessarti anche:

Sci e altre attività nella Valle d’Isarco
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti