Vacanze senza motore

Print Friendly, PDF & Email

Le vacanze: per qualcuno è la vita da spiaggia, per qualcun altro il viaggio avventuroso, per altri ancora semplicemente rilassarsi.

Si fugge dalla sveglia presto la mattina, dagli uffici, dall’afa estiva della città, dalle scuole e dalla routine in generale.
Ma soprattutto, si scappa via dal traffico: le lunghe code in macchina all’ora di punta, le attese – ancora più lunghe – alla fermata dell’autobus, la pioggia in motorino, la ricerca disperata di un parcheggio, i rumori e lo smog sono elementi talmente presenti nella nostra quotidianità da sembrarci ormai una necessità.

Sì, perchè la vera vacanza è tutta qui: liberarsi dalla schiavitù della guida.
Vediamo allora qualche luogo in Italia e nel mondo, dalla città al mare fino alla montagna, che potreste prendere in considerazione se volete lasciare a casa le chiavi della macchina!

  • Venezia – chi pensa che Venezia sia off limits in estate, probabilmente non è mai stato alla festa del Redentore, il sabato che precede la terza domenica di luglio.
    Tra la regata di imbarcazioni storiche veneziane e i fuochi d’artificio – oltre all’atmosfera festosa che coinvolge tutta la città – Venezia appare al massimo del suo splendore, ed è l’occasione perfetta per godersi un weekend romantico nella città più unica del mondo.
    E senza guidare.
  • Siena – Il centro storico di Siena è completamente pedonalizzato. L’unico mezzo che si può utilizzare sono i cosiddetti Pollicino, mini autobus che si infilano facilmente tra le stradine più strette.
    D’altra parte nemmeno una decapottabile d’epoca è meglio delle vostre gambe per visitare questa splendida città, che sembra richiedere di essere scoperta con una passeggiata.
    Anche Siena è una città che merita una visita estiva: naturalmente per il Palio del 16 agosto!

Le isole in giro per il mondo:

  • Hydra, Grecia – non lontana dalla costa del Peloponneso, questa piccola isola greca è vietato qualsiasi veicolo che non sia il camioncino per la raccolta dei rifiuti.
    Le stradine di pietra, costeggiate da basse case bianche sono percorse rigorosamente a piedi o a dorso d’asino!
  •  Lopud, Croatia – un’oasi incantata a meno di un’ora di traghetto da Dubrovnik! Si tratta di un’isola dalla fitta vegetazione che termina sulla splendida spiaggia di Sunj, una mezza luna di sabbia che costituisce una baia incantevole.
  • Marettimo, Grecia – la più incontaminata delle Egadi è chiusa al traffico, cosa che contribuisce a rendere questa bellissima isola ancora più selvaggia, grazie al silenzio quasi innaturale che permette di ascoltare i rumori della natura.
  • Princes ‘Islands, Turchia – si tratta di un arcipelago incontaminato a poche miglia da Istanbul, costituito da nove isolotti da cui la benzina è totalmente bandita. Gli unici rumori che sentirete legati ai mezzi di trasporto, sono i ronzii delle biciclette!
  • Ilha Grande, Brasile – un piccolo gioiello della costa del Brasile a due ore dalla trafficatissima Rio, dove si trovano parte della foresta pluviale, alberghi accoglienti e spiagge tropicali poco affollate.
    Per strada, anzichè veicoli troverete tantissime scimmie! 

In montagna:

  • Val di Fiemme, Trentino – la Val di Fiemme offre una varietà di panorami naturali mozzafiato, tra montagne come il gruppo del Latemar o le Pale di San Martino e foreste incantate.
    Il tutto da visitare a piedi con sessioni di trekking, o mountain bike.
    I mezzi ci sono, ma green: autobus, navette, auto e bici rigorosamente elettrici.
  • Chamois, Valle d’Aosta – è l’unico comune d’Italia a non essere raggiungibile in auto: ci sia arriva solo a piedi o in funivia e, una volta lì per spostarvi avete a disposizione solo le vostre gambe, bicilette, cavalli e deltaplani – in inverno anche sci o slitte.
    Le sette piccole frazioni di Chamois sono collegate tra loro da pittoreschi sentieri e mulattiere che vale assolutamente la pena percorrere per una passeggiata.
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti