Torna “Pausa Museo: Mettiti in play!”

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Da martedì 7 novembre torna “Pausa Museo: Mettiti in play!”, il programma di animazione culturale rivolto ai visitatori dei piccoli musei a ingresso gratuito.

Gli eventi di intrattenimento, realizzati in collaborazione con la Casa del Jazz e RomaTre Orchestra, consentiranno al pubblico di trascorrere in serenità il tempo della propria pausa giornaliera (tra le 12.30 e le 14.00) lontano dal turbinio cittadino e dalla routine della quotidianità.

Cittadini e turisti potranno così rilassarsi sulle note della musica jazz e della musica classica, circondati dalle splendide opere del Museo Napoleonico, del Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese e del Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco.

Questi spazi ospiteranno ogni martedì e giovedì pillole musicali articolate in tre brevi incursioni giornaliere della durata di 25 minuti ciascuna (ore 12.30, 13.00 e 13.30).

Qui il programma completo:

Martedì 7 novembre – Museo Napoleonico     

Omaggio a Leonard Bernstein in occasione dei 100 anni dalla nascita

Bernstein: Anniversaries, Touches, Four Sabras, Sonata

Tozzetti, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 9 novembre– Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese

Prokofiev: Sonata n. 2 per violino e pianoforte (1° e 2° movimento)J. Brahms: Sonata n. 3 per violino e pianoforte (1° movimento)J. Massenet: Méditation dall’opera “Thaïs”

Maria Teresa De Sanio, violino – Stella Ala Luce Pontoriero, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Martedì 14 novembre – Museo Napoleonico     

Poulenc: Sonata per clarinetto e pianoforteM. e F. Jeanjean: Guisganderie

Alessandro Crescimbeni, clarinetto – Kwag Jongrey, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 16 novembre– Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese

Riccardo Fassi

Da molti anni uno dei più importanti pianisti jazz italiani, Fassi è anche valente compositore, direttore d’orchestra, docente. Ha suonato con grandi musicisti americani come Steve Lacy, Roswell Rudd, Dave Binney e con tutti i più importanti musicisti jazz italiani.

In collaborazione con Casa del Jazz

Martedì 21 novembre – Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
Cassadò: Suite per violoncello soloJ.S. Bach: Suite n. 4 per violoncello solo

Alessandro Guaitolini, violoncello

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 23 novembre– Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese Gershwin: Rapsodia in bluD. Scarlatti: sonata in si, L 449; L.v. Beethoven: sonata n. 30 op. 109

Jacopo Feresin, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Martedì 28 novembre – Museo Napoleonico

Vittorio Mezza

Giovane pianista di talento, unisce studi classici a quelli jazz diplomandosi presso i Conservatori di Benevento e Santa Cecilia. Ha collaborato con grandi artisti americani come Dave Liebman e Gil Goldstein.

In collaborazione con Casa del Jazz

Giovedì 30 novembre – Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese  

Rigoletto-Fantasie, per due flauti e pianoforte sui motivi dell’opera Rigoletto di Giuseppe Verdi Fantasia per due flauti e pianoforte sui temi di Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi

Duo Brillante per due flauti e pianoforte sui temi dell’opera Guglielmo Tell di Gioacchino Rossini

Marta Lorenza Grieco, flauto – Michele Fiore, flauto – Giuseppe Barile, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Martedì 5 dicembre – Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

Piazzolla: Café 1930, Libertango, Piazzolla, Oblivion; M. Ravel: Pavane pour une infante défunte; C.F. Defranceschi: Allure Dégingandée

Marta Nizzardo, clarinetto – Marcello Iannotta,chitarra

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 7 dicembre – Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese  

Roberto Tarenzi

Tra i più dotati giovani talenti del panorama pianistico jazz italiano, Tarenzi è nato a Milano, ma è romano d’adozione da alcuni anni. Ha lavorato e inciso con grandi jazzisti americani come Dave Liebman e alcuni tra i più importanti musicisti italiani come i sassofonisti Stefano Di Battista e Rosario Giuliani.

In collaborazione con Casa del Jazz

Martedì 12 dicembre – Museo Napoleonico     

Paolo Tombolesi

Pianista particolarmente completo e stimato docente, Tombolesi ha studiato con Enrico Pieranunzi e Franco D’Andrea. Nella sua lunga carriera ha lavorato con una leggenda come Massimo Urbani e molti dei più importanti protagonisti della scena jazz italiana nonché con importanti solisti americani come Steve Grossman e George Garzone.

In collaborazione con Casa del Jazz

Giovedì 14 dicembre – Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese

Clementi: Sonata in re maggiore op. 40 n. 3; F. Liszt: Tre studi d’esecuzione trascendentale: n. 4 Mazeppa, n. 7 Eroica e n. 8 Caccia Selvaggia

Federico Ercoli, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Martedì 19 dicembre – Museo Napoleonico
Saint Saens: Sonata per clarinetto e pianoforte; R. Schumann: Tre romanze; Béla Kovacs: Sholem alekhem

Gianmarco Corinto – Michele Tozzetti, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 21 dicembre – Museo Carlo Bilotti– Aranciera Villa Borghese

823; R. Schumann: Kreisleriana Op. 16; R. Schumann: Waldszenen Op. 82; F. Schubert: Lebensstürme D. 947

Anna Rigoni e Lorenzo Bovitutti, pianoforte a quattro mani

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Martedì 26 dicembre – Museo Napoleonico
Casella: Barcarola e Scherzo; C. Chaminade: Concertino

Lorenzo D’Antò, flauto – Gabriele Sarandrea, pianoforte

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

Giovedì 28 dicembre – Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco Dohnanyi: Serenade trio in do maggiore op.10

Virginia Chiara Lucioli, violino – Daniele Valabrega, viola – Magali Mouterde, violoncello

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

 

Credits: evento promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Fonte: Ufficio Stampa Comune Roma

Potrebbe interessare:

La Roma nascosta e autarchica di Nanni Moretti
Roma, al Macro la mostra di Orlan

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti