Nelle Eolie tra immersioni, trekking sul vulcano e gite in kayak

Print Friendly, PDF & Email

Eolie: le sette isole a nord della Sicilia, affascinanti e meravigliose dove la modernità di resort, centri wellness e ristoranti gourmet convive con una natura selvaggia e primordiale. Ognuna di queste isole conserva una sua identità e offre varie esperienze da non perdere!

A Lipari, la più popolosa dell’arcipelago, potete visitare il Museo Archeologico dove sono conservate le antiche testimonianze della Magna Grecia o  con un piccolo viaggio di 10 minuti in autobus e raggiungere il punto panoramico Quattrocchi, dove potete godere di un’incantevole panorama che si estende per 5 km dalla costa rocciosa fino alla vicina isola di Vulcano.

 

Se avete voglia di sport acquatici recatevi al Lipari Diving Center, dove sono organizzate immersioni e snorkeling.

Info: www.liparidivingcenter.it

L‘avventurosa Vulcano dove potete ammirare il maestoso Gran Cratere. Con il traghetto dopo circa 60 minuti di passeggiata tra rocce sterili e fumarole, giungete a destinazione. Se volete esplorare il litoraneo dell’isola potete farlo in kayak, inoltrandovi nelle insenature al di sotto del vulcano più grande e del Vulcanello.

Info: www.sicilyinkayak.com

Sulla graziosa Panarea, glamour d’estate adrenalinica d’inverno, da fare è sicuramente una passeggiata costiera a Punta Milazzese, dove si trovano le fondamenta in pietra del Villaggio Preistorico.

Se avete voglia di scoprire i suoi meravigliosi fondali marini recatevi all’EOLOSUB Diving (info: www.eolosub.com). Se invece preferite una gita in motoscafo c’è il Blue Adventure (info: www.panareablueadventure.com).

Sulla calda Stromboli potete incamminarvi, con una guida, fino alla cima del vulcano di 900 metri per ammirare da vicino i getti di lava che illuminano il cielo notturno.

Info: www.ilvulcanoapiedi.it

Se volete godervi lo spettacolo, ma comodamente, si sono varie crociere lungo la costa fino alla Sciara del Fuoco.

Info: www.navisal.com

La lussureggiante Salina, ricca di verde, vigneti e villaggi. Qui potete gustare uno dei vini più rinomati di Sicilia, il Malvasia (info: www.turismoeolie.com/tour-malvasia).

Che ne dite di un po’ di coccole? Al centro SPA Signum potete immergere nel latte di mandorle o nell’acqua della sorgente geotermica, e rilassarvi con un bagno di vapore o un massaggio.

Info: www.hotelsignum.it

A Filicudi dal 2008 è possibile visitare un grande parco archeologico subacqueo che raccoglie reperti vari sepolti sopra e sotto la sabbia, sul fondo del mare.

Info: www.filicudiconservation.com/index.php?it/178/parco-marino-di-capo-graziano

Da non perdere il pinnacolo roccioso alto ben 71 metri conosciuto come La Canna e la Grotta del Bue Marino, una grotta marina scolpita dalle acque del Mediterraneo.

Arrivate così sulla piccola Alicudi dove è possibile spostarsi unicamente a piedi lungo le mulattiere che si diramano lungo il paese, dal porto fino alla vetta della montagna che domina e costituisce l’isola. Qui da non perdere è il il cammino sul Filo dell’Arpa, che con i suoi 675 metri di altezza rappresenta il massimo rilievo dell’isola.

Info: www.dimensioneattiva.it

Potrebbe interessarti:

Scoprendo l’Hokkaido, il tesoro prezioso del Giappone

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti