Firenze, Museo del Bargello: le mostre di aprile

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. La prima settimana di aprile il Museo Nazionale del Bargello offre agli amanti dell’arte un’occasione unica di visita all’interno della propria maestosa cornice architettonica: oltre ai capolavori della collezione permanente (da Donatello a Verrocchio, da Luca della Robbia a Michelangelo, da Benvenuto Cellini a Giambologna) la concomitanza di quattro diverse mostre permette ai visitatori di addentrarsi in un suggestivo dialogo, fatto di incroci e rimandi storico-artistici, con alcune prestigiose opere provenienti da altri importanti musei internazionali.


Dal 31 marzo la Sala del Medagliere fa rivivere un’affascinante liason tra l’artista, Lorenzo Bernini, e la sua musa, Costanza Bonarelli: uno accanto all’altro, il celeberrimo ritratto marmoreo di Costanza Bonarelli e il dipinto raffigurante l’Autoritratto maturo del massimo artista del barocco romano, permetteranno di ripercorrere un momento singolare della biografia e della carriera del Bernini, evidenziando lo stretto rapporto tra pittura e scultura nella creazione del cosiddetto “ritratto parlante”.

L’Autoritratto, proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma ed è esposto al Bargello fino al prossimo 20 maggio.

Inoltre, fino all’8 aprile, si possono ancora ammirare la lunetta di Giovanni della Robbia (proveniente dal Brooklyn Museum di New York), i tre studi dal Vero di Vincenzo Gemito (dalle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos di Napoli) e il Reliquiario di Montalto (dal Museo Sistino Vescovile della stessa città marchigiana).

Fonte: Civita

Potrebbe interessarti:

Gli appuntamenti di aprile a Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti