Rigenerazione d’inverno sul laghetto ghiacciato della Valle Isarco

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Cristalli di neve si posano sugli alberi di larice e betulla che decorano il laghetto naturale su cui si innalzano le architetture alpine contemporanee del Seehof Nature Retreat di Naz (BZ), vicino Bressanone.


Quando le temperature scendono, le sue acque si fanno ghiacciate. Una calda atmosfera invita a godere di questo spettacolo rilassati nell’infinity pool riscaldata esterna che apre la vista sul lago o tra i vapori della sauna finlandese con le sue vetrate alte 3 metri che annullano i confini con il panorama, la bio sauna e il bagno turco, perle di wellness della PrimaVera Spa. Poco distanti ci sono le piste da sci della Plose-Bressanone, tracciati di sci di fondo e per slittare rompendo il bisbiglio della neve, e sentieri in cui immergersi nel cuore dell’inverno o pattinare; i borghi storici come Bressanone, l’incanto dei Mercatini di Natale, carrozze trainate da cavalli e carillon.

Al rientro, ci si lascia avvolgere dai trattamenti del centro benessere a base di erbe alpine naturali e conquistare dal brulé di mele avvolti da morbide coperte sulla terrazza affacciata sul lago, magari in compagnia di un libro scelto nella biblioteca. Per poi degustare i piatti del ristorante Borgo dei Sapori, pensato come un mercato gourmet in cui scegliere delizie del territorio e biologiche. Fino al 15 dicembre 2019, il soggiorno di 4 notti al Seehof Nature Retreat è al prezzo di 3, con arrivo previsto ogni giorno della settimana. Un giorno di vacanza è in omaggio anche restando per 5 o 6 notti oppure per una settimana. La proposta include SEEHOF Culinaria (colazione a buffet, vita-lunch, merenda dolce e salata, cena con menù a scelta), con libero accesso alla Spa e alla piscina esterna riscaldata. Per tenersi in forma, viene offerta la partecipazione al programma fitness, con lezioni di ginnastica e pilates. Prezzo a partire da 330,75 euro a persona in camera Garden Classic.

Potrebbe interessarti:

L’arte e il fascino dell’oro dal ‘300 ad oggi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti