Trentino Alto Adige. Cosa visitare in una giornata a Bressanone, fuori dalle piste da sci

Print Friendly, PDF & Email

Cosa visitare in una giornata alternativa fuori dalle piste da sci a Bressanone, in Trentino Alto Adige. 


Bressanone, in Trentino Alto Adige, è noto per le sue piste da sci, le passeggiate con le ciaspole in montagna e per il mercatino di Natale che, soprattutto durante la stagione invernale, attirano turisti da tutta Italia e non solo. Tuttavia, per chi decidesse di trascorrere una giornata alternativa lontano dalle piste da sci, il comune bolzanese offre al suo interno anche diverse attrazioni e mete che il turista può visitare tranquillamente in una giornata. Ecco tre luoghi da visitare a Bressanone in una giornata fuori dalle piste da sci.

Duomo di Bressanone 

 

Il Duomo di Bressanone è sicuramente uno dei simboli del capoluogo bolzanese. Dedicato a Santa Maria Assunta, il Duomo venne costruito attorno al 980. A seguito di due incendi nel XII secolo, venne ricostruito in stile romanico a croce latina, con tre navate e tre absidi e con la costruzione delle due torri della facciata. Venne successivamente arricchito in stile barocco, con l’aggiunta di affreschi e statue al suo interno. Nel lato meridionale del Duomo è possibile visitare un chiostro, anch’esso ricostruito in stile romanico nel XII secolo a seguito di un incendio. La peculiarità del Chiostro laterale al Duomo di Bressanone sono le sue arcate: 15 di queste sono infatti decorate con affreschi gotici noti come la Bibbia dei poveri, in quanto vengono raffigurate scene narrate dalle Sacre Scritture, come ad esempio l’affresco raffigurante l’Adorazione dei Magi.

 

Museo Diocesano

Palazzo Vescovile di Bressanone

Il Museo Diocesano è ospitato all’interno del Palazzo Vescovile di Bressanone e ospita al suo interno una collezione di opere, dal romanico fino all’età moderna. Tra le opere che si possono visitare il Tesoro del Duomo, che conserva una collezione di paramenti sacri o le reliquie in legno di cedro cipriota. All’interno del museo è possibile visitare anche oggetti d’arredamento e abiti, come le mitrie vescovili, databili tra il XII e il XV secolo. Quello che più attrae i visitatori all’interno del Museo Diocesano è però la collazione di Presepi, suddivisa in 8 sale in cui sono esposti gruppi di scene legate al Nuovo Testamento e alla storia delle Redenzione.

 

La Torre Bianca

torre bianca (credits Wikipedia)

La Torre Bianca è uno dei simboli del comune di Bressanone in Trentino Alto Adige. Costruita per volontà di Nicolò Cusano, la torre subì un incendio nel XV secolo, e perciò ricostruita successivamente in stile gotico e definita dagli abitanti di Bressanone la “Torre Nera”. Nel XVI il tetto del campanile della torre venne ridipinto in colore bianco e per tale motivo viene oggi definita “Torre Bianca”. Alta 72 metri, la torre presenta un orologio lunare e, dal 2007, ospita al suo interno un museo.

 

Dove dormire: sulle colline e i vigneti di Kranebitt (BZ) si trova l’Heller Suites & Restaurant, dove è possibile ammirare dalle sue terrazze il panorama di Bressanone. Luogo per gli amanti del vino e della gastronomia, all’Haller si trova il ristorante AO, con piatti d’autore preparati con prodotti del territorio. Non mancano proposte e experience come “Dormire nel vigneto”.

 

Potrebbe interessarti:

Dopo il coronavirus, rilanciare il turismo a partire dai borghi più belli d’Italia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Italo e Snav insieme per l’estate 2018

Roma. Italo e SNAV offrono per l’estate 2018  a tutti i viaggiatori la possibilità di raggiungere splendide località turistiche a prezzo scontato. Grazie alla nuova ...
Vai alla barra degli strumenti