Castelli del Ducato. 10 modi per riaprire in sicurezza con nuove idee

Print Friendly, PDF & Email

Dal 19 maggio 2020 importanti novità per il circuito Castelli del Ducato, con 10 esperienze polita speciali.


In attesa delle disposizioni del DCPM del 18 maggio e relative ordinanze regionali, alcuni manieri e alloggi di charme della rete d’arte www.castellidelducato.it mettono in programma dal 19 maggio 2020 la riapertura con importanti novità e 10 esperienze pilota speciali. Eccole in anteprima.

1. Se tra le parole più cercate, nei trend dei motori di ricerca, c’è “casa vacanze”, ecco che l’antico Castello Malaspina di Gambaro (PC), in Appennino, in Alta Val Nure, in Emilia-Romagna propone da giugno a settembre in un’ala del maniero un appartamento con cucina abitabile di 160 metri quadrati dove soggiornare in un borgo storico con solo 20 abitanti, dove è possibile nei paraggi fare trekking e passeggiate, itinerari in mountain bike, andare a pesca, andare per funghi, visitare i Castelli nei dintorni.

2. Riapre anche l’hotel del borgo di Rivalta in Val TrebbiaTorre San Martino (PC), nel rispetto dell’ultimo DCPM e delle ordinanze regionali e dunque con visite guidate, dal 19 maggio, torna visibile anche il magnifico Castello di Rivalta (PC) di proprietà dei Conti Zanardi Landi: qui verranno fornite mascherine ed è prevista la misurazione della temperatura all’ingresso. Prenotazione obbligatoria durante la settimana, consigliata e gradita nei weekend. L’hotel Torre San Martino nel borgo di Rivalta è pronto per ospitare i turisti con colazione in camera ed il Caffè di Rivalta propone take away per caffetteria e cucina.

3. Riapre il millenario Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino (PR) sulle colline di Salsomaggiore Terme, dal 30 maggio: tornano le visite al bellissimo maniero immerso nella natura, con il grande giardino affacciato sul paesaggio circostante del Parco regionale dello Stirone, in un suggestivo e tranquillo borgo medievale. All’apertura sarà prevista una agevolazione particolare per medici e infermieri, a dimostrazione della sensibilità dei proprietari e in segno di grande vicinanza al territorio. Le visite sono su prenotazione ed è anche possibile saldare il biglietto in anticipo con bonifico bancario. Riaprono anche le due Suites a disposizione degli ospiti all’interno del Castello di Scipione per trascorrere un soggiorno estivo in un contesto esclusivo, in un’atmosfera romantica e ricca di storia.

4. Riprende la vita del Castello di Bardi in Appennino (PR) che riapre da lunedì 18 maggio. L’apertura rispetta ogni DCPM e Ordinanze Regionali in costante aggiornamento.

5. Riapre da inizio giugno 2020 il Castello di Tabiano (PR) situato, nel suggestivo borgo, in posizione dominante sulle prime colline che sovrastano la Pianura Padana, con un panorama unico che spazia dall’Appennino fino alla catena alpina. Il Castello raggiungibile attraverso un bellissimo viale alberato è uno dei più importanti monumenti di difesa dell’epoca feudale nell’Alta Emilia. Con i suoi giardini e terrazze fiorite, lo scalone d’onore e gli spazi verdi è un luogo di relax di grande bellezza. Nel Borgo si trova il Relais di Charme Antico Borgo di Tabiano Castello con stanze, suite e appartamenti. L’apertura rispetta ogni DCPM e Ordinanze Regionali in costante aggiornamento.

6. Riapre dal 6 giugno la Rocca Sanvitale di Fontanellato (PR) che trovate visitabile, al momento, solo nel fine settimana, il sabato e la domenica, con orario 10.00–13.00 e 14.00–17.00, con attiva la prenotazione sia telefonica che biglietteria on line per l’acquisto dei biglietti, proprio per evitare assembramenti davanti all’ingresso e garantire un flusso monitorato. I gruppi potranno essere composti al massimo di 8 persone. Incantevole, al centro del borgo, la Rocca è ancora circondata da ampio fossato colmo d’acqua: racchiude uno dei capolavori del Manierismo italiano, l’Affresco dipinto dal Parmigianino nel 1524 con il mito di Diana e Atteone. L’apertura rispetta ogni DCPM e Ordinanze Regionali in costante aggiornamento.

7. Il Castello di Contignaco (PR) resta vicino al suo territorio con una formula di consegna a domicilio di prodotti tipici e artigianali enogastronomici con la simpatica formula Aperitivo al tramonto con vini del Castello di Contignaco e pizze e focacce artigianali della storica Casa del Pane Zalaffi su prenotazione e a domicilio.

8. La Locanda del Re Guerriero nel Parco del Castello di San Pietro in Cerro (PC) torna a dare il benvenuto agli ospiti che amano bellezza, contatto la natura e l’arte, il mondo bio eco sostenibile. Riapre il relais art hotel, pet friendly, che ti dà relax nel verde della natura con colazioni che sposano scelte di sostenibilità ambientale e la filosofia del chilometro zero. E’ tra i 16 Alloggi di charme tra Antiche Mura nel circuito Castelli del Ducato quello che trasforma la vacanza, il weekend o una magica notte in un’opera d’arte: qui, infatti, le camere sono tutte impreziosite da opere d’arte contemporanea! I dintorni offrono un territorio autentico, da scoprire attraverso escursioni a piedi, in bicicletta, a cavallo per riappropriarsi di atmosfere ormai perdute ma qui ancora vive. A mezz’ora dalla Locanda del Re Guerriero si trovano maneggi e Golf Club. A pochi km sono visitabili le città di Piacenza, Parma, Cremona, i Castelli del Ducato ed i luoghi verdiani. La Locanda del Re Guerriero è family-friendly. Perfetto per le famiglie con bambini: potrete vivere l’esperienza di dormire nel contesto di un vero castello, sarete immersi nella natura e i bambini potranno giocare in sicurezza. Prenotazione obbligatoria.

9. Il Castello di Gropparello (PC) propone per singoli e famiglie la possibilità di visite live, dal vivo, virtuali on line. In date speciali da smartphone, tablet e computer si può partecipare alla Visita guidata Storica e alla Visita guidata Incantata per bambini da 6 a 12 anni con protagonisti live dal Castello di Gropparello. Il maniero famoso per il Parco delle Fiabe – Primo Parco Emotivo d’Italia su una piattaforma dedicata propone anche per le scuole ClassNow, 6 visite tematiche e attività interattive dal maniero per tutti i gusti: English Intrigue in inglese, La Cucina Medievale e La Cucina dell’Antica Roma dalle cucine del Castello, Cronache dal Feudo, Visita guidata col maestro di cerimonia, Dante all’Inferno. Il Castello di Gropparello è davvero magico e arriva direttamente a casa vostra!

Per prenotazioni, informazioni: info@castellidelducato.it – www.castellidelducato.it

10. Il Villa Medici del Vascello in Lombardia, in provincia di Cremona – la prima dimora storica lombarda ed essere entrata sul portale www.castellidelducato.it – dove visse Cecilia Gallerani, nota come La dama con l’ermellino dipinta da Leonardo da Vinci, riapre a maggio con una interessante formula che esprime vicinanza al territorio. Il monumento simbolo del paese San Giovanni in Croce crea valore comunità: lezioni di pittura e sessioni di fotografia naturalistica per i cittadini e supporto a mamme e papà che lavorano per bambini da 6 a 10 anni. Il giardino della storica dimora diventa, ancora di più, il fulcro aggregativo: apre ai residenti con orario continuato dalle 8 alle 19, sarà possibile usufruire degli spazi verdi anche per passeggiare o correre. Un Castello è un simbolo, è identità, fa comunità: è la bellezza di cui un borgo e un paese sono orgogliosi custodi. E’ la Cultura manifesta. Cosa ci dimostra il Comune di San Giovanni in Croce dove si trova Villa Medici del Vascello? Quello che Castelli del Ducato sostiene da anni: se per i turisti ed i visitatori ogni monumento è attrattivo in un paese, al contempo bisogna lavorare sull’affezione territoriale perché il Luogo d’Arte diventa, ancora di più, il fulcro aggregativo della propria comunità!

Tutti i Castelli del Ducato che hanno comunicato le riaperture adottano forme adeguate di biglietteria e accoglienza, di assistenza ai visitatori, riorganizzando gli spazi espositivi e programmando la direzione dei flussi e il numero massimo di persone per ciascuna sala. Ulteriore attenzione viene dedicata alla frequente pulizia e disinfezione dei servizi igienici, alla fornitura di materiale disinfettante per guide e visitatori, all’areazione frequente degli ambienti.

In questa fase di progressiva riaperture la collaborazione virtuosa tra gli staff dei Castelli ed i visitatori è molto importante.

Nei mesi di lockdown i luoghi del circuito Castelli del Ducato ha continuato a lavorare dietro le quinte e si stanno preparando per poter accogliere i visitatori in totale sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti.

Per informazioni info@castellidelducato.it – www.castellidelducato.it

 

Potrebbe interessarti:

L’Isola d’Elba rilancia il turismo con il progetto #Elbasicura per l’estate 2020

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti