Italia tra le mete preferite dai francesi nel 2022


Italia tra le mete più popolari al mondo nel 2022 per i francesi. Luxury travel attrattore per giovani viaggiatori. Oltre 1,6 miliardi spesi dai francesi in Italia nei primi 6 mesi 2022, il 180% in più rispetto a Gennaio-Giugno 2021. 


Si confermano stime molto positive nel 2022 per il turismo in Italia e tutti gli indicatori suggeriscono un ritorno a livelli vicini al periodo pre-pandemico. In questo contesto spicca il settore d’alta gamma, che sta trainando il BelPaese sempre più in alto.

ChicDestinations. Experience da non perdere

The Luxury Travel Merket International

A supporto del trend positivo, l’Italia con Enit torna all’edizione 2022 della fiera ILTM di Cannes, dal 5 all’8 dicembre. In uno stand di oltre 660 mq, l’Agenzia Nazionale del Turismo ha coinvolto 19 regioni e Roma Capitale con oltre a 126 aziende internazionali per promuovere le magnificenze del Paese. 

The Luxury Travel Market International (ILTM) è l’evento principale per il settore business-to-business per i viaggi di lusso. Una rete esclusiva di industrie d’elite, per lo sviluppo delle imprese, l’innovazione e il networking.

Il turismo impenna per l’Immacolata 2022

Italia al top

L‘Italia è tra le destinazioni preferite dai viaggiatori “top di gamma” che cercano arte, cultura ed enogastronomia (Bain & Consulting). Per i turisti francesi ad ottobre e novembre 2022, l’Italia risulta il secondo paese di destinazione in base alle ricerche di alloggio su Google per i viaggi all’estero, preceduta dalla Spagna e seguita dagli Stati Uniti. Ufficio Studi ENIT su dati Google Destination Insights.

La spesa dei viaggiatori francesi

Nei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori francesi in Italia spendono circa 1,6 miliardi di euro, il 180% in più rispetto a gennaio-giugno 2021. (Fonte: Ufficio Studi ENIT su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori). In testa Lombardia, Piemonte, Lazio, Liguria E Toscana.

Il settore è quindi in grado di soddisfare la clientela del turismo di fascia alta che, secondo un’indagine Virtuoso (2022), si aspetta, oltre alla sicurezza tanto ricercata negli ultimi anni, ancora più consulenza, viaggi-evento, esperienze personalizzate iperesclusive e soprattutto responsabili.

Turismo di fascia alta

Con un forte impatto su molti settori del Made in Italy, il turismo di fascia alta è un elemento essenziale per la ripresa dell’economia italiana. Nonostante le tensioni geopolitiche ed economiche, il trend rimane molto positivo per il 2023, in quanto l’assenza dei mercati russo e asiatico è in parte controbilanciata dal ritorno dei clienti europei e americani.

Fonte: Enit
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti