Dalla Terra dei Fuochi alla Terra dei Fiori: la mostra di Sasha Vinci e Maria Grazia Galesi alla Reggia di Caserta

Print Friendly, PDF & Email

Dal 20 maggio al 30 giugno la Reggia di Caserta, nei saloni del Piano Nobile, ospita la mostra “La Terra dei Fiori”. Si tratta di un’esposizione fotografia del duo Sasha Vinci e Maria Grazia Galesi che vuole presentare i territori del casertano come terra dei fiori, luogo in cui crescono gerbere e crisantemi.

La sequenza di grandi immagini fotografiche esprimeil percorso che ha portato il duo Vinci–Galesi a indagare le dinamiche di identità attraverso luoghi – dichiara il curatore Daniele Capra – dimenticati e spazi segnati da abbandono, trascuratezza, morte civile”.

A tale condizione – aggiunge il curatore – si contrappone il rigoglioso fiorire della natura, elemento simbolico di meraviglia, espressione della volontaria ricerca di riscatto. È il tentativo di inversione, l’espressione della necessità di superare l’impasse della condizione attuale che l’arte deve compiere. Per mostrare come anche dall’estremo abbandono si possano far germinare onestà, bellezza, dignità”.

Le immagini di Vinci–Gallesi sono visioni cariche di contrasto. Dentro ambienti spettrali di una terra violentata, i due artisti avanzano interamente avvolti in mantelli floreali, coloratissimi. I loro tratti somatici scompaiono per far posto a figure che evocano magiche presenze.

Il 20 maggio, giorno dell’inaugurazione della mostra, gli ideatori Vinci e Galesi danno vita a una performance sfilando insieme a un cavallo interamente coperti da mantelli floreali. Trasformati in evocazioni floreali, gli artisti attraversano il porticato a cannocchiale – progettato da Vanvitelli, per fornire al visitatore del palazzo una vertiginosa visione prospettica – e il maestoso scalone centrale della residenza.

Credits

La Terra dei Fiori

A cura di Daniele Capra

Promotori: Reggia di Caserta in collaborazione con la galleria aA29 Project Room di Gerardo Giurin Milano | Caserta.

Info: www.reggiadicaserta.beniculturali.it

Fonte: studioesseci.net

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti