Capodanno a New York: nel cuore della Grande Mela

Print Friendly, PDF & Email

New York è una classica destinazione dove festeggiare il Capodanno. La cerimonia più famosa al mondo è  il Ball Drop che si tiene ogni anno a Times Square.

Migliaia di persone si riuniscono in piazza per vedere la palla gigante cadere dall’edificio One Times Square per poi festeggiare a mezzanotte l’arrivo del nuovo anno. Per trovare un buon posto tocca recarsi sul posto 12-18 ore prima dell’evento, e soprattutto coprirsi molto bene. Cenare nella zona non è molto semplice, a meno che non riusciate a prenotare in uno dei ristoranti che danno su Times Square, ottenendo anche il pass per accedere al ristorante da vie dedicate.

In alternativa, se vi trovate fuori Manhattan, potete raggiungere Columbus Circle per entrare a Central Park, sulla 72a strada, alla Bethesda Fountain, c’è una festa principalmente di residenti, dove vengono sparati i fuochi d’artificio e solitamente vengono organizzati anche concerti.

A Brooklyn potete aspettare il 2018 in uno dei tanti locali della zona, dove lo skyline di New York regala emozioni uniche.

Chi preferisce un capodanno romantico a New York, può raggiungere in funivia Roosvelt Island con una visione dell’East River e la possibilità di passeggiare costeggiando lo skyline di Manhattan.

C‘è poi la Crociera di Capodanno. Una festa galleggiante, dove è possibile accogliere il nuovo anno ballando e brindando con champagne guardando il suggestivo panorama New York.

Per quanto riguarda le sistemazioni, l’offerta alberghiera newyorkese è molto vasta, e quest’anno si sono aggiunti alberghi per ogni esigenza. Tra i nuovi arrivi nella Grande Mela si segnalano

  • Il Mondrian Park Avenue con 189 stanze disposte su 20 piani. L’hotel, che prende il nome dal pittore olandese Piet Mondrian, offre un’esperienza all’insegna del lusso e del lifestyle. Tra le opere d’arte esposte, una di Ara Starck ispirata alla città. L’esclusivo nightclub sotterraneo Yours Truly possiede un’entrata nascosta.
  • L’Hotel 50 Bowery NYC ha aperto a maggio 2017. Nello spazio The Gallery, di circa 140m2, si può visitare la mostra permanente Heart of Chinatown, realizzata in collaborazione con il Museum of Chinese in America (MOCA), che si propone di introdurre i visitatori alla ricca cultura di Chinatown, il quartiere in cui sorge l’hotel, attraverso reperti ritrovati durante la fase di costruzione della struttura. La mostra si trova vicino all’Atlantic Garden, la terrazza sul tetto dell’hotel di oltre 450m2.
  • L’Hotel 50 Bowery NYC ha aperto a maggio 2017. Nello spazio The Gallery, di circa 140m2, si può visitare la mostra permanente Heart of Chinatown, realizzata in collaborazione con il Museum of Chinese in America (MOCA), che si propone di introdurre i visitatori alla ricca cultura di Chinatown, il quartiere in cui sorge l’hotel, attraverso reperti ritrovati durante la fase di costruzione della struttura. La mostra si trova vicino all’Atlantic Garden, la terrazza sul tetto dell’hotel di oltre 450m2. 
  • The Whitby Hotel, del gruppo Firmdale Hotels, è un boutique hotel di design inaugurato a Midtown Manhattan nel primo trimestre del 2017. L’albergo comprende 86 camere e una sala teatro (con 130 sedute in pelle) perfetta per incontri aziendali. Al piano terra si trovano due lussuosi spazi per eventi privati e il ristorante The Orangery in grado di accogliere fino a 100 ospiti.
  • Public, di Ian Schrager Hotel, aperto a giugno 2017 nel Lower East Side, presenta 367 camere di lusso a prezzi accessibili. Public Arts è una sala di proiezione con una capienza di 100 persone che ospita anche performance multimediali d’avanguardia. Lo spazio meeting di circa 530m2 al 17° piano, l’ampia terrazza all’aperto e i menù preparati da Jean-Georges Vongerichten, completano l’offerta di questo nuovo hotel di tendenza.
     

Potrebbe interessarti:

Dickens e il magico Natale

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti