Wimbledon 2021: 9 curiosità aspettando i Campionati

Print Friendly, PDF & Email
wimbledon 2021 via visit britain

In attesa del Torneo di tennis più noto della Gran Bretagna, ecco alcune curiosità relative a storia e tradizioni legate all’evento.

Di nuovo in piena attività per l’estate 2021, i Campionati di Wimbledon sono uno degli eventi sportivi più noti della Gran Bretagna. Quest’anno si terranno dal 28 giugno all’11 luglio.

Altrettanto avvincente quanto i servizi, le volée e i rovesci che si vedono sull’erba verde sono le tradizioni, il glamour e la storia che stanno dietro al più antico e prestigioso torneo di tennis del mondo.

Dalle tradizionali fragole e panna alla scoperta della moda ispirata al tennis, ci sono molti modi per godersi un assaggio di Wimbledon. Ecco quindi, in preparazione all’edizione 2021, 9 curiosità sui Campionati di Wimbledon.

1. Un torneo molto vittoriano

Il primo campionato di tennis su prato si tenne nel 1877 al The All England Croquet Club, in Worple Road a Wimbledon, nel sud-ovest di Londra. Questo evento vide un Grande Slam solo maschile giocato da 22 dilettanti, che si concluse con una finale vista da circa 200 spettatori.

Vinto dallo sportivo locale Spencer Gore, questi ricevette dodici ghinee di premio (equivalenti a circa 790 sterline di oggi). Le competizioni di Singolo Femminile e Doppio Maschile furono aggiunte nel 1884, mentre il doppio femminile e il doppio misto furono introdotti nel 1913.

La crescita della competizione fu tale che nel 1922 i campionati si trasferirono in una sede più grande in Church Road, nella stessa area del sud-ovest di Londra, dove si giocano tuttora.

 

Villaggi e borghi da visitare nella Gran Bretagna nascosta

 

2. Con la pioggia o il sole

I campi di Wimbledon sono cambiati molto dagli esordi. Sono state fatte migliorie per riparare dalle intemperie e dalle bizze del clima britannico facendo sì che non ci siano tempi morti dovuti alle condizioni meteo.

Dal 2009, il campo centrale di Wimbledon non soccombe ai ritardi dovuti alla pioggia grazie a un tetto retrattile, in grado di coprire il manto erboso in soli dieci minuti. I miglioramenti hanno anche incluso un sistema di aria condizionata all’avanguardia che acclimata lo stadio.

Il primo match ad essere giocato con questo sistema è stato lo scontro tra la leggenda scozzese Andy Murray e lo svizzero Stanislas Wawrinka, l’anno in cui è stato installato. 

3. Radici Reali

Prima che il Grande Slam di Wimbledon diventasse famoso, il tennis era praticato principalmente dall’alta società britannica e dai Reali. Il più antico esempio di campo da tennis sopravvissuto in Inghilterra risale al XVI secolo e si trova annidato nei terreni dello storico Hampton Court Palace.

Gioco preferito dal Re Enrico VIII, il Tennis Reale era uno sport amato da alcuni dei più alti nobili e dalle persone più ricche del Paese.

Il tennis su prato, che differisce dal Tennis Reale e richiede meno spazio, fu giocato per la prima volta nel 1873 dal maggiore Walter Wingfield. Creato come un gioco da praticare all’aperto, si giocava di solito sui prati delle grandi case padronali appartenenti all’élite britannica.

4. Partite contemporanee

Oggi, le partite di Wimbledon attraggono fan da tutto il mondo e sono seguite in oltre 200 paesi. Anche se il torneo vanta 18 campi in erba, alcuni degli accadimenti più avvincenti e le partite più emozionanti si vedono spesso dal Centre Court, uno stadio da 15.000 posti che è considerato il campo da tennis più iconico del mondo.

Il calibro degli ospiti che si accaparrano gli ambiti posti a sedere del Centre Court è altissimo. Il Royal Box è riservato esclusivamente all’uso della Famiglia Reale e dei loro ospiti.

L’avvistamento di celebrità al Centre Court aggiunge un tocco di glamour a Wimbledon, con David Beckham, Claire Foy di The Crown e Dame Maggie Smith tra quelli avvistati negli anni precedenti, insieme a reali come Kate Middleton e Meghan Markle.

 

Archeologia in Gran Bretagna: i siti più significativi sull’Isola

 

5. Perché è tutto bianco?

Oltre agli abiti firmati e alle giacche di lino che si vedono regolarmente sugli spalti, gli abiti indossati dai concorrenti rispettano una semplice regola. Sono infatti  tutti bianchi dalla testa ai piedi.

Questa è l’etichetta di Wimbledon fin dal 1800, quando il tennis veniva giocato in certi incontri sociali e i giocatori indossavano il ‘bianco da tennis’ per evitare che emergessero imbarazzanti macchie di sudore.

Con l’eccezione di un centimetro di colore, ancora oggi i giocatori devono indossare una tenuta completamente bianca, dai pantaloni alla suola delle scarpe.

6. Serving Fashion

I campi di Wimbledon hanno influenzato direttamente la moda attraverso il tre volte campione Fred Perry.

Il logo di questo grande marchio britannico è la corona d’alloro, ispirata all’emblema di Wimbledon. Si tratta di una toppa che è cucita sul davanti di ogni polo iconica Fred Perry.

Lanciata in occasione dei campionati di Wimbledon del 1952, la camicia da tennis bianca raggiunse il successo stilistico, portando alla creazione di una collezione più colorata che divenne una dichiarazione di moda per numerose sottoculture britanniche durante gli anni ’60 e oltre.

7. I Campioni di Wimbledon

Diversi giocatori britannici hanno assaporato il successo al prestigioso torneo, tra cui Fred Perry, che ha vinto tre campionati di Wimbledon consecutivi negli anni ’30. Dorothy Round Little vinse solo l’anno dopo Perry. Angele Mortimer vinse poi il trofeo nel 1961, seguita da Ann Haydon-Jones nel 1969.

Nel 1977, anno del centenario del torneo, Virginia Wade vinse sotto lo sguardo di Sua Altezza Reale la Regina, che non aveva partecipato a una finale dal 1962.

La vittoria britannica più recente è stata infine nel 2016, quando il talento scozzese Andy Murray ha ottenuto la sua seconda vittoria a Wimbledon. Nel frattempo, la stella del tennis svizzero Roger Federer ha vinto il titolo di Wimbledon in ben otto occasioni fino ad oggi.

 

Le esperienze culinarie da non perdere in Gran Bretagna

 

8. Murray Mound

Il successo di Andy Murray è stato onorato con la dedica ufficiosa dell’area erbosa intorno al campo n. 1 di Wimbledon, ora affettuosamente nota come ‘Murray Mound’. Precedentemente chiamata Henman Hill dal nome del giocatore britannico Tim Henman, è nota per essere un punto di ritrovo per gli spettatori che qui si radunano abitualmente per guardare le partite su schermi giganti mentre gustano i tradizionali dolcetti di Wimbledon.

9. Tradizioni gustose

Un assaggio di Wimbledon è una semplice ma deliziosa porzione di fragole fresche e panna, innaffiata da un rinfrescante Pimms (con una selezione di frutta, menta fresca e limonata) o un bicchiere di fizz.

Le fragole e la panna sono la quintessenza di Wimbledon, con circa 140.000 porzioni abitualmente consumate durante le due settimane dell’evento.

Il torneo è molto orgoglioso di fornire fragole di altissima qualità coltivate nel Kent, che vengono raccolte il giorno prima e arrivano al sorgere del sole il giorno dopo.

Fonte: Visit Britain.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Che fare a Ferrara questo weekend

Ferrara. Mostre, cinema ed eventi vari: ecco gli appuntamenti di questo fine settimana! Mostre Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni Il MEIS apre a ...
Vai alla barra degli strumenti