Canederli allo speck: la ricetta tradizionale altoatesina

Print Friendly, PDF & Email
canederli allo speck via suedtirol

La più tradizionale delle ricette della Regione, in una versione accompagnata da consigli speciali.

I canederli allo speck in brodo sono la versione più tradizionale della tipica ricetta altoatesina. Semplice da ricreare, il procedimento qui descritto prevede gli ingredienti per una tavola di 4 persone. Come abbinamento, si suggerisce vino Lagrein Rosé.

Informazioni base

  • Tempo di preparazione: 00:45 h.
  • Persone: 4.

Ingredienti

  • 150 g di pane raffermo o di pane per canederli
  • 40 g di cipolle
  • 1 C di burro
  • 80 g di speck tagliato a dadini
  • 2 uova
  • 2 C di farina
  • 100 ml di latte
  • 1 C di prezzemolo o d’erba cipollina tagliata finemente
  • Sale
  • 1 C di erba cipollina tagliata finemente

 

Tagliatelle con speck: la ricetta altoatesina

 

Preparazione

Tagliare il pane a dadini. Prendere la cipolla, tagliarla a dadini e rosolarla nel burro. Unirla al pane e formare un composto omogeneo. Mescolare la farina e lo speck. A parte mescolare le uova, il latte, il prezzemolo ed il sale. Incorporare il tutto all’impasto di pane. Far riposare la massa per ca. 15 minuti.

Ricavare dei canederli dall’impasto e cuocerli in acqua salata lasciando il coperchio leggermente spostato. Servire i canederli in un buon brodo di carne e cospargere con un pizzico di erba cipollina.

Tempo di cottura: 20 minuti.

Un consiglio speciale

Conviene preparare un canederlo di prova e verificare che non si sfaldi durante la cottura. I canederli allo speck possono essere utilizzati anche come contorno per costolette di maiale o come piatto principale, assieme all’insalata.

Utilizzare sempre del pane secco e incorporarlo bene alla massa. Formare i canederli utilizzando un cucchiaio o un piccolo ramaiolo: in questo modo la superficie risulterà più liscia ed i canederli saranno più compatti.

In alternativa potete abbrustolire lo speck prima di incorporarlo al resto dell’impasto.

Fonte: Suedtirol.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti