Vacanze 2021: gli Italiani hanno scelto il Belpaese

Print Friendly, PDF & Email
I calanchi da Pisticci. Vacanze 2021. Via Basilicataturistica.

Osservatorio Emma Villas, estate 2021 anno record per le vacanze in dimore di pregio: prenotazioni su del 55% rispetto allo scorso anno.

Nella stagione estiva 2021 che va a concludersi, gli italiani che hanno scelto di trascorrere le vacanze nel nostro Paese hanno battuto ogni record.  Non solo: molti hanno scelto veri e propri soggiorni a Km 0 dedicandosi alla scoperta di luoghi limitrofi, trend che ha visto un italiano su tre trascorrere le vacanze nella propria regione. Nei mesi di luglio e agosto, inoltre, sono stati 23 milioni gli italiani che hanno scelto di rimanere nei confini nazionali per la loro vacanza, un dato che supera i 17 milioni del 2020 e i 18 milioni del 2019, l’anno precedente la pandemia.

Con loro, hanno villeggiato in Italia anche sei milioni di vacanzieri stranieri, molto meno rispetto alle estati pre-pandemia ma a loro volta in numero consistentemente più numeroso del previsto, un dato favorito dagli effetti positivi del green pass.

E che sia stata non solo un’estate, ma un anno da record, lo conferma anche l’Osservatorio Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata), realizzato analizzando le prenotazioni degli oltre 430 immobili gestiti in esclusiva tra ville e tenute di pregio nel nostro Paese e i circa 30.000 clienti italiani e internazionali ospitati nel corso della stagione.

Numeri e destinazioni

Dai dati dell’Osservatorio registrati a metà settembre emerge infatti come nel 2021 sono state ben 3.370 le prenotazioni (corrispondenti a 4.553 settimane di soggiorno) di chi ha scelto la villa per le sue vacanze o momenti di relax. Un dato che non solo supera l’anno precedente del 55% quando, nello stesso periodo, si registravano 2.169 prenotazioni, ma supera del 6,5% anche il 2019. Durante l’anno che ha preceduto l’arrivo della pandemia le prenotazioni furono infatti 3.164 per un totale di 4.193 settimane.

Ma quali sono state le destinazioni più gettonate secondo i dati di Emma Villas? Quali le regioni regine dell’estate e dell’anno? Al primo posto, con 2.300 settimane prenotate e con un indice di occupazione pari all’81% in alta stagione per le sue 214 ville, troviamo la Toscana, seguita dall’Umbria, che ha visto le 84 ville di pregio nei suoi confini essere prenotate per 746 settimane, con un’occupancy in alta stagione del 79%.

Al terzo posto, per numero di settimane prenotate (286) le Marche, con un’occupazione delle strutture che è arrivata all’88% in alta stagione. Ma se andiamo a guardare solo la percentuale del prenotato sul disponibile in alta stagione – la cui media nazionale è del 79% – scopriamo che c’è chi ha performato ancora meglio: è il caso delle ville in Abruzzo, occupate al 100% durante l’estate.

 

Estate 2021 di ripresa ma per Confturismo restano criticità

 

Una soluzione riconosciuta per le vacanze 2021

«Il soggiorno in ville di pregio è ormai un’opzione consolidata per il turismo internazionale e i dati di quest’anno fanno sperare nel consolidamento anche dei turisti italiani. Si tratta di strutture caratterizzate da standard qualitativi alti, piscine, campi da tennis, aree benessere, a disposizione esclusiva del gruppo di ospiti e che consentono di accogliere anche fino a 30 persone, il tutto nella massima sicurezza e privacy e di essere perfette per le esigenze di famiglie, di holidayworkers e disponibili anche per periodi lunghi, fino a 4 settimane di soggiorno», spiega Giammarco Bisogno, Fondatore e CEO di Emma Villas srl.

«I dati di quest’anno, che ci hanno riportato a crescere secondo il trend pre-pandemia, confermano che questo tipo di soggiorno è ormai riconosciuto da moltissimi come soluzione ideale per le vacanze», continua Bisogno.

«Disporre di una villa, parco e piscina ad uso esclusivo della propria famiglia/gruppo di amici è stata sicuramente nelle ultime due stagioni, anche per chi non aveva mai provato questo tipo di vacanza, una scelta d’elezione anche a causa delle incertezze legate alla pandemia da Covid-19; ma speriamo che chi ha provato questa esperienza per la prima volta ne sia rimasto affascinato e che desideri ripeterla anche quando ci lasceremo alle spalle l’emergenza sanitaria», conclude.

Chi e quanto?

Come detto, a scegliere questa soluzione sono principalmente gruppi di amici, di coppie o famiglie numerose. Dall’Osservatorio Emma Villas emerge infatti che mediamente gli ospiti per ogni soggiorno sono stati 8,3, media che si alza in alcune regioni come Toscana (9,7) e Umbria (9,6) mentre scende in Costiera Amalfitana (6) e Sardegna (6,6). Per quanto riguarda la provenienza dei clienti internazionali, sono i tedeschi a scegliere più frequentemente i soggiorni in dimore di pregio italiane, seguiti da svizzeri e olandesi. Per quanto riguarda i clienti nostrani, invece, provengono principalmente da Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna.  

Il costo medio nazionale per l’affitto di una villa o tenuta di pregio con piscina privata by Emma Villas è di circa 5.755€ a prenotazione (3.949€ a settimana). Si tratta di costi da “spalmare” su permanenze piuttosto lunghe e tra più ospiti che, in media, si possono tradurre con una spesa orientativa di circa 70€ a persona a notte in dimore da ‘mille e una notte’.

Se la media nazionale vuole che il soggiorno duri poco più di una settimana (1,3 settimane), ci sono alcune regioni come la Sardegna, il Lazio e le Marche che presentano indici di permanenza più alti. La prima, infatti, è scelta per 1,6 settimane, mentre Lazio e Marche per poco meno (1,5).

 

Vacanze, estate 2021 all’insegna degli italiani

 

Le ragioni di un trend in crescita

Ma perché scegliere questo tipo di vacanza? L’offerta di Emma Villas – ricca di un portfolio di oltre 430 ville e tenute di pregio – permette di riscoprire il territorio italiano da nord a sud, attraverso un vero e proprio Grand Tour del nostro Paese, in cui la destinazione rappresenta un’esperienza di crescita e di svago.

L’itinerario diventa l’occasione per organizzare escursioni ricche di destinazioni splendide e il soggiorno è indimenticabile.

Oggi, grazie alle nuove acquisizioni fatte nel corso dell’anno, è ancora possibile trovare sistemazioni di pregio dal lusso accessibile anche per i ‘ritardatari dell’ultimo minuto’, che vogliono godersi una coda d’estate o il clima mite autunnale, e che possono scegliere tra 14 regioni.

Ville e casali di pregio, un’ opportunità anche per i proprietari

Il trend delle vacanze 2021 è interessante anche se si guarda ai proprietari delle ville di pregio. Il settore, infatti, permette a chi ha una seconda casa e decide di affidarla a Emma Villas di ottenere un’interessante fonte di reddito aggiuntivo. Qualche esempio? Nonostante il duro colpo assestato al turismo nel nostro Paese dalla pandemia, oggi chi mette a disposizione per l’affitto il proprio immobile di pregio può contare – in alta stagione (e quindi a luglio e agosto) – su un ricavo medio settimanale di circa 3.000 euro, e il reddito settimanale medio sale per gli immobili più prestigiosi.

Le case più redditizie? In Sardegna (i cui proprietari in alta stagione ricevono un reddito medio di 5.000,00€ circa a settimana), Veneto, Lombardia, Liguria e Toscana.

«Questi ultimi anni ci hanno insegnato che le persone – nonostante le limitazioni – non rinunciano a viaggiare. Anzi, oggi sono ancora più attente alle sistemazioni che scelgono. Questo nuovo fenomeno rappresenta sicuramente un’opportunità per tutti quei proprietari che fino a oggi si sono affidati a portali o hanno gestito in prima persona tutti gli aspetti logistici dell’accoglienza degli ospiti []», conclude Giammarco Bisogno, Fondatore e CEO di Emma Villas.

Fonte: Ema Villas.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti