Le Ville del Brenta

Print Friendly, PDF & Email

La Riviera del Brenta, dove è nato il termine “villeggiatura”, è da sempre considerata la versione estiva del Canal Grande.
Una sorta di strada acquatica che collegava Venezia all’entroterra – ancor prima che lo facessero le strade – e che la migliore aristocrazia veneta percorreva sistematicamente con eleganti imbarcazioni (alcune addirittura trainate da cavalli condotti lungo la riva), per raggiungere le ville, oggi circa 80.

Da Venezia a Padova, passando per Mira, Dolo, Stra: questa è la fascia di terra su cui si poggiano capolavori architettonici del calibro di villa Foscari (detta “la malcontenta”), piccolo gioiello che il Palladio costruì per Alvise e Nicolò Foscari nella seconda metà del ‘500, decorata al suo interno – con raffigurazioni prevalentemente a carattere mitologico – da Giovanni Battista Zelotti e da Battista Franco.
La villa è stata inserita tra i patrimoni dell’umanità UNESCO.

Oppure la villa Pisani, che, essendo fatta costruire agli inizi del 1700 dal doge Alvise Pisani (il quale fu ambasciatore in Francia ai tempi del Re Sole), ha molto del palazzo reale vero e proprio: 15.000 metri quadrati di superficie (con poco meno di 170 stanze e una sala da ballo affrescata dal Tiepolo) per un parco di 10 ettari, le cui piante sono state disposte ad arte.

villa-pisani

Nei pressi della villa c’è un ponte che attraversa il naviglio, da dove ogni anno, la seconda settimana di settembre, si muove un corteo su acqua che rimette in scena l’incontro tra Enrico III di Francia e il Doge di Venezia nel 1574; mentre chi vorrà – durante il suo soggiorno sul Brenta – immedesimarsi davvero con i villeggianti d’altri tempi, può alloggiare all’Hotel Villa Franceschi, a Mira.

hotel-villa-franceschi

Naturalmente è vietato lasciarsi sfuggire la componente enogastronomica di questo tour!
I veneti hanno un’altissima cultura culinaria sopratutto per quanto riguarda il pesce, quindi via a fritture, sarde, bovoetti (lumache di mare) e baccalà, naturalmente il tutto accompagnato dagli eccellenti vini offerti dalla zona circostante: tra i bianchi si produce il Riviera del Brenta Bianco, il Riviera del Brenta Chardonnay, il Riviera del Brenta Pinot grigio, il Riviera del Brenta Pinot bianco e il Riviera del Brenta Tai; tra i rossi ricordiamo il Riviera del Brenta Cabernet, Riviera del Brenta Cabernet riserva, Riviera del Brenta Merlot, Riviera del Brenta Raboso, Riviera del Brenta Raboso riserva, Riviera del Brenta Refosco dal peduncolo rosso e Riviera del Brenta Refosco dal peduncolo rosso riserva.

Fonti: rivieradelbrenta.biz, battellidelbrenta.it, veneto.eu

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti