Il Messico punta al turismo italiano

Print Friendly, PDF & Email

È stato annunciato dall’Ente del Turismo del Messico il piano di marketing strategico per crescere sul mercato italiano.

Gli sforzi si concentreranno su un’incrementata connettività aerea, sul rafforzamento delle partnership nel settore, su una maggiore informazione legata alle destinazioni e sull’accrescimento di promozioni speciali e programmi indirizzati ai consumatori. 

L’Italia è il 5° più ampio mercato a livello europeo per l’industria turistica messicana, con 138.300 visitatori registrati nel 2015.

A settembre 2016 la crescita ha superato il 2.1% e le previsioni sono positive fino alla fine dell’anno:

un movimento in controtendenza rispetto ai mesi precedenti, che consentirebbe al Messico di mantenere stabile il numero di turisti italiani nel 2016.

L’Ente del Turismo del Messico punta a mantenere questo successo con l’obiettivo di raggiungere 190.000 visitatori italiani entro il 2021.

Per raggiungere questo ambizioso traguardo, un variegato piano di promozione e sviluppo del turismo è stato presentato a Milano in occasione del Mexico Day.


Aumentare la connettività

Un focus molto importante risiede nella volontà di aumentare e rafforzare la connettività aerea attraverso partnership già esistenti e puntando a nuove destinazioni.

Il più importante lancio è avvenuto recentemente, con la rotta avviata da Alitalia tra Roma e Città del Messico con 3 voli settimanali.

Ad oggi, gli italiani possono contare su un totale di 7 voli settimanali operati da Alitalia, Neos e Blue Panorama che collegano l’Italia a Città del Messico, Cancún e Mérida.


Prodotti e destinazioni turistiche diversificati

Il Messico vanta un’incredibile bio-diversità e il 2017 sarà un anno importante da questo punto di vista, durante il quale si prevede un aumento della domanda turistica orientata alla scoperta delle bellezze naturali della zona.

Il Messico è infatti conosciuto a livello mondiale per le sue splendide spiagge così come per la sua ricca storia naturale e culturale, contando 34 siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

I turisti italiani potranno apprezzare gli incredibili siti per le immersioni sia sulla costa pacifica che su quella atlantica, visitare le riserve naturali, osservare rare specie di uccelli e le balene nei loro habitat, e molto altro ancora.

I turisti italiani potranno così scoprire sempre nuove ragioni per visitare il Messico:

l’intera regione è unica quando si tratta di matrimoni, con proposte che vanno dalle antiche cerimonie Maya fino a quelle sott’acqua; la gastronomia locale e l’aspetto più lussuoso di ogni destinazione messicana sono altre due leve che attirano i turisti.


Un palcoscenico di eventi mondiali

Lo scorso anno, il Messico ha ospitato il grande ritorno della Formula 1 nella capitale, mentre a novembre 2016 ospiterà la sua prima stagione regolare di National Football League.

Il Messico ha infatti rafforzato la sua posizione come destinazione globale per eventi di alto profilo che vanno dal golf al tennis, fino a maratone e triathlon, accanto a molti altri appuntamenti sportivi mondiali.

Appena 10 giorni fa è stata inoltre promossa una campagna mondiale con al centro le celebrazioni del Giorno dei Morti:

un avvenimento di grande importanza che ha portato a Città del Messico una parata con i costumi e i carri creati per il film di James Bond 007 Spectre, uscito nel 2015.

La parata e i festeggiamenti durati 3 giorni sono stati seguiti da centinaia di migliaia di visitatori e hanno sancito l’importanza mondiale di questa tradizione culturale, riconosciuta dall’UNESCO.

Il Messico ospita anche i propri film festival internazionali – il Morelia Film Festival di quest’anno ha ad esempio registrato presenza VIP di livello mondiale come Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Quentin Tarantino, Tommy Lee Jones e Salma Hayek.


Cucina di alto livello

La gastronomia messicana sta pian piano entrando nei cuori dei foodies italiani, con le sue ricche tradizioni e decine di ingredienti come

il cioccolato, l’avocado, il chile e i pomodori, solo per citarne alcuni. 

Ben 3 ristoranti messicani hanno conquistato un posto nella lista dei 50 Migliori Ristoranti al mondoil Quintonil (n° 12), il Pujol (n° 25) e il Biko (n° 43), dando alla cucina messicana un riconoscimento importante come una delle gastronomie più popolari degli ultimi anni.

Uno dei migliori chef messicani, come Zahie Tellez (Platos de Chucara, Mercado Roma), ha visitato l’Italia proprio lo scorso anno in occasione della Settimana della Gastronomia Messicana per condividere la sua interpretazione della moderna gastronomia messicana.

La cucina messicana è stata messa in mostra in Italia e in tutta Europa lo scorso anno, protagonista non solo a Milano da Eataly ma anche a Selfridges a Londra e al KaDeWe a Berlino.

Fonti:
Ente Turismo Messicano

 

Potrebbe interessarti anche:

Messico

 MESSICO, PER GLI AMANTI DELLA NATURA E DELL’AVVENTURA

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti