Pasqua e Ponti di primavera: ritorno al Turismo Organizzato


Pasqua e Ponti di Primavera 2024. Vacanze personalizzate per gli italiani, con garanzia, in Italia e all’estero. Crescono i ricavi dell’8% e si prenota con largo anticipo.


Il turismo organizzato cresce e quest’anno si prenota con largo anticipo e si approfitta di Pasqua e dei Ponti del 25 aprile e del primo maggio. Quest’anno la vacanza di primavera è di 8 giorni in media e si viaggia con la famiglia o con la propria dolce metà. Questi i dati in sintesi per le vacanze di primavera 2024 forniti dall’Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi – l’Associazione del Tour Operating italiano. Tra i trend registrati, spicca la montagna in Italia, mentre in Europa le mete preferite sono Irlanda, Islanda, Paesi scandinavi e Portogallo. Per chi vuole andare al mare, si scelgono soggiorni balneari su Mar Rosso, Canarie, Repubblica Dominicana e Capoverde. Tra i grandi viaggi invece, Stati Uniti, Giappone, Sudafrica e Thailandia. Bene anche i risultati delle Crociere primaverili con destinazioni su Mediterraneo Occidentale e Orientale. Esigenza che quest’anno più che mai si fa preponderante è la formula viaggio all inclusive, con garanzia, dovuta probabilmente alla situazione geopolitica del Medioriente, sintomo che i turisti del 2024 ha bisogno di maggiore sicurezza dal proprio viaggio organizzato. 

Si prenota prima 

Quest’anno più che mai la regola è: prenotare prima. Sì, perché la prenotazione anticipata non è mai stata alta come nel 2024, almeno dalla pandemia a questa parte. Per Pasqua, infatti, è il 35% dei viaggi ad essere stato prenotato con almeno 90 giorni di anticipo. Cresce così l‘Advance Booking, sintomo della maggiore certezza e decisione dei viaggiatori, rispetto agli anni passati, a scegliere di viaggiare per Pasqua e per i ponti. 

Quest’anno poi, chi resta o viaggia in Italia vuole la montagna, mentre per chi va all’Estero si preferisce Islanda, Irlanda, Scandinavia e Portogallo. Per i grandi viaggi balneari sono molto ambite le mete sul Mar Rosso, Sharm El Sheikh e Marsa Alam, anche approfittando dei pacchetti crociera sul Nilo. Molto gettonate anche Canarie e Capo Verde, che crescono enormemente nell’interesse degli italiani. 

Per quanto attiene ai viaggi a lungo raggio, troviamo tra le preferenze la Repubblica Dominicana, Maldive e East Africa, come anche Thailandia, Sudafrica e Sudamerica. Bene anche le prenotazioni per la Cina dopo un lungo periodo di stasi. 

Vacanze Pasqua 2024, le tendenza su dove andare secondo Airbnb

Crociere

Quanto alle crociere, per questa primavera 2024 il trend cresce e si supera i 14 milioni di passeggeri, secondo le stime della CLIA, Associazione delle principali Compagnie di Crociera. Una stima che andrebbe a superare i 13,8 milioni di viaggiatori dello scorso anno. Tra le mete dei viaggi di crociera il Mediterraneo Occidentale e Orientale e per le crociere più a lungo raggio anche Portogallo, Marocco, Turchia, Grecia, Canarie e Azzorre. 

Dalle stime risultanti dall’analisi dell’Osservatorio ASTOI, la durata media del viaggio di questi ponti primaverili del 2024 è di 8 giorni circa, e la spesa varia da 1150 euro a 1600 euro per una vacanza in villaggio e 3500 euro per viaggi personalizzati. 

Una delle vere sfide è quella di coinvolgere i giovani nella dimensione dei viaggi organizzati, cercando di premere su pacchetti attraenti per loro come quelli relativi alle vacanze balneari e ai viaggi itineranti, che negli ultimi tempi sembrano essere sempre più gettonati per le nuove generazioni. 

Rincari

Certo, il tema dei rincari nei servizi di viaggio è un tema caldo quest’anno, in quanto l’aumento dei costi è pari circa al +5% rispetto allo scorso anno, soprattutto se si parla di voli, internazionali e nazionali. Vero è però che chi si rivolge ad agenzie specializzate in Turismo Organizzato e chiede un viaggio su misura non si aspetta prettamente la convenienza, ma per lo più di avere una vacanza personalizzata. Tra i parametri più d’interesse il divertimento, la conoscenza del territorio, ma soprattutto garanzia, assistenza e elementi esperienziali unici, che difficilmente possono organizzare autonomamente. 

E per i passaporti?

Quanto al rilascio dei passaporti, ancora non si è superato il problema dei ritardi nel rilascio dei documenti, che ha avuto non poche ripercussioni sui viaggi organizzati. A questo proposito ASTOI e altre Associazioni del Turismo Organizzato, insieme al Ministero dell’Interno, stanno lavorando a una procedura sperimentale per ovviare a questo intoppo, nella speranza di velocizzare i tempi in vista delle vacanze estive. 

Fonte: Confindustria Viaggi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Audrey Hepburn in 60 scatti a Londra

Londra celebra con una mostra fotografica Audrey Hepburn, attrice ed icona di eleganza. “Audrey Hepburn: Portraits of an Icon” Dal 2 luglio al 18 ottobre ...